Scuola di Danza

Art ballet è danza classica

Art ballet è danza moderna

Art ballet è recitazione

Art ballet è esprimere se stessi attraverso l’arte.

Art ballet è una scuola formata da docenti professionisti di livello nazionale con esperienze nei più grandi teatri italiani, nelle trasmissini televisive più importanti degli ultimi 30 anni e al cinema.

Art ballet è diretta da Paola Papadia

Paola Papadia

DANZA CLASSICA

La Danza Accademica è un particolare stile di danza teatrale. Questo tipo di danza si avvale di una tecnica accademica codificata inizialmente dai maestri dell’Académie Royale de Danse, fondata a Parigi nel 1661.

La danza classica è una danza d’école basata sul principio fondamentale dell'”en dehors” (in fuori/verso l’esterno). Utilizzando l’en dehors le gambe devono mostrare al pubblico la loro parte interna e per fare questo la coscia deve ruotare all’esterno di 90° rispetto all’asse del corpo. La posizione si ottiene dopo anni di studio ed è legata alla conformazione fisica di ogni danzatore. Un buon en dehors si ottiene eseguendo particolari esercizi studiati apposta per ruotare la coscia al massimo verso l’esterno, e quindi per un verso rafforzando i muscoli rotatori della coscia e per l’altro aumentando la flessibilità dei tendini dell’anca.

Per raggiungere tale livello di preparazione artistica è necessario frequentare la Scuola di Danza sin dai primi anni di età della bambina/bambino. Presso la nostra struttura sportiva è possibile iscriversi e frequentare l’Accademia di Danza. Paola è insegnante di danza classica mentre Ilaria insegna danza moderna, le loro carriere dimostrano il bagaglio di conoscenza che le contraddistingue come ballerine e come professioniste.

“La danza è la creazione di una scultura che è visibile solo per un momento” E. Ozan

Ilaria Ilari

DANZA MODERNA

Nella danza moderna il corpo si muove rispettando nuovi canoni tecnici e espressivi, spinto dalla volontà di trovare un nuovo rapporto con lo spazio e con il tempo. Infatti si dà notevole importanza allo studio del movimento in quanto mezzo di analisi delle dinamiche fisiche che intervengono nello spostamento dei corpi nello spazio (come ad esempio, la forza di gravità). I ballerini classici si mostrano frontalmente al pubblico e tutti i loro movimenti si sviluppano partendo da questo tipo di relazione spaziale. La posizione del busto è eretta e le gambe sono ruotate verso l’esterno a partire dall’articolazione dell’anca. Nella danza moderna, invece, i ballerini si muovono occupando tutto lo spazio teatrale, mostrando anche il fianco o le spalle al pubblico. La posizione del busto rispetto alle gambe può variare; i danzatori possono anche ballare sdraiati sul palcoscenico. Secondo l’estetica del balletto classico, il ballerino doveva creare l’illusione di poter infrangere le leggi di gravità dando la sensazione di librarsi nell’aria con estrema facilità. Al contrario, la danza moderna riconosce nel peso del corpo il principio basilare del movimento, e dunque il rapporto con la terra vi è privilegiato.

La danza moderna non segue necessariamente il ritmo della musica, come avviene nella danza accademica. Generalmente la coreografia è creata con o senza una correlazione diretta con la musica, che può anche essere scritta in un secondo momento in funzione dei movimenti. In questi casi la danza può seguire il ritmo della musica o contrapporsi ad essa, in una sorta di dialogo oppositivo.